Nevo coroidale

Il nevo coroidale melanocitico è il tumore intraoculare più comune con una prevalenza del 6.5% nella popolazione caucasica. La maggior parte dei nevi non va incontro a trasformazione maligna(la frequenza è di 1 caso ogni 8000 casi all’anno). Esistono alcuni fattori di rischio di trasformazione maligna tra cui: Spessore > 2 mmPresenza di fluido sottoretinico adiacentePigmentazione arancioneMargine del nevo localizzato a meno di 3 mm dal disco otticoLesione che all’ecografia oculare A-scan si caratterizza per una reflettività interna omogenea bassa-mediaAssenza di drusen retinici. La presenza di 3 o più di questi fattori di rischio indicano una probabilità maggiore del 50% di crescita tumorale nell’arco di 5 anni.L’ecografia oculare ha un ruolo importante nel misurare accuratamente lo spessore e le dimensioni della lesione comparandolo nel tempo (ogni 6-12 mesi). Uno degli svantaggi dell’ecografia, invece, è la difficoltà nel riuscire a determinare la misura dei nevi piatti o lievemente rilevati.
FONTE: Arq Bras Oftmalmol. 2017; 80 (2) : 78-83

✅ Presso il nostro studio, Oculistica Tedesco, in provincia di Catanzaro, effettuiamo tutti gli esami clinici e i relativi trattamenti e cure.
ℹ️ Contattaci per maggiori info  
☎️ 0968 19 64 219 🌐 www.oculisticatedesco.it